header

AGGIORNAMENTO: DPCM_20210302_0.pdf
AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2021 - D.L. 23 FEBBRAIO 2021 N. 15 
AGGIORNAMENTO GENNAIO 2021
 
AGGIORNAMENTO DEL 04/11/2020 
 
AGGIORNAMENTO DEL 26/10/2020 
 
 
 AGGIORNAMENTO DEL 22/10/2020
 
AGGIORNAMENTO DEL 21/10/2020
 
 
 
 
AGGIORNAMENTO DEL 18/10/2020 
 
 
 
AGGIORNAMENTO DEL 07/10/2020 
AGGIORNAMENTO DELL'11/06/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 05/06/2020
 
AGGIORNAMENTI 29/05/2020
 
AGGIORNAMENTI 18/05/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 14/05/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 04/05/2020
- ordinanza Regione Lombardia n. 539 del 03/05/2020 che introduce ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Le disposizioni entrano in vigore il 4 maggio e sono efficaci fino al 17 maggio 2020.
- ordinanza n. 11/2020 del 26/04/2020Presidenza Consiglio dei MinistriCommissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19. Disposizione prezzi massimi di vendita al consumo per le mascherine facciali.
- ordinanza Regione Lombardia n. 538 del 30/04/2020 – valida dal 04 maggio al 31 agosto 2020
 
 
AGGIORNAMENTI 28/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 27/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 20/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 07/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 06/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 03/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 02/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 01/04/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 27/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 26/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 24/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 23/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 19/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 17/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 16/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 11/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 10/03/2020
 
 
AGGIORNAMENTI 09/03/2020
 
APPROVATO IL DPCM CHE ISTITUISCE ULTERIORI RESTRIZIONI IN LOMBARDIA ED IN ALTRE 14 PROVINCE ITALIANE
Qui di seguito pubblichiamo il DPCM dell’8 marzo 2020, concernente ulteriori misure restrittive e più rigorose per il contenimento del “coronavirus” – valido fino al 3 aprile 2020, salve diverse precisazioni.
Cessano di produrre effetti i precedenti decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo e 4° marzo 2020.
 
 
AGGIORNAMENTI 05/03/2020
 
Proroga delle misure di contrasto del coronavirus Covid-19 con sospensione di tutte le attività didattiche fino al 15 marzo 2020.
All’interno il testo completo del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro della Salute, sottoscritto in data 04 marzo 2020, unitamente all’allegato 1 “misure igienico-sanitarie” diffuso anche presso gli esercizi commerciali a cura del Sindaco (ai sensi dell’art. 2 c. 1 lett. d) DPCM 04/03/2020).
 
 
AGGIORNAMENTI 02/03/2020
 
 
 
AGGIORNAMENTI 27/02/2020

CHIARIMENTO SU PUB E BAR
I bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande possono rimanere aperti come i ristoranti, a condizione che sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall'esercizio.

L'obiettivo dell'ordinanza che regola le prescrizioni per il contenimento del Coronavirus nelle aree regionali classificate come 'gialle' (ovvero valide su tutto il territorio regionale ad eccezione della 'zona rossa') è quello di limitare le situazioni di affollamento di più persone in un unico luogo.

Nei ristoranti può entrare un numero contingentato di persone. Lo stesso, dunque, vale anche per i bar dove ci sono posti a sedere contingentati e che effettuano servizio al tavolo e non al bancone.
 
 
AGGIORNAMENTI 25/02/2020
 
 
 
 
 
AVVISO URGENTE: utilizzo numero verde 800.061.160 per SOLI eventi di PROTEZIONE CIVILE (frane, sismi, allerte di protezione civile, ecc. o potenziali emergenze ambientali), NON intasarlo per chiamate che riguardano il coronavirus. Il sovraccarico crea disagi sull’attività della Sala Operativa regionale.
Si conferma per la cittadinanza ll’utilizzo del numero verde 800.89.45.45 per emergenza coronavirus.
 
----------------
 
SI AVVISA CHE TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL CORONAVIRUS SONO RIPORTATE NEI SEGUENTI ELABORATI:
 
 
 
Regione Lombardia ha comunicato che tutte le chiamate per informazioni riguardanti il CORONAVIRUS siano indirizzate al numero verde 800.894.545
NON intasare i centralini del 112 per chiamate che non riguardano emergenze sanitarie.
Numero di pubblica utilità 1500 Ministero della Salute.
 
 
Linea amicaTrasporti eccezionali
pagoPA
torna all'inizio del contenuto